Flavio Arosio – Ossuccio (CO)

Inserimento nella pagina ICONOGRAFI:  

Flavio Arosio: galleria icone

Flavio Arosio: galleria icone

Flavio Arosio (1957) è nato a San Fedele Intelvi e vive in Ossuccio (CO). Dopo la formazione scolastica di indirizzo artistico ed alcune esperienze di lavoro sia nel campo del disegno tessile, sia come artista autonomo, si trasferisce come anacoreta nei pressi dell’Abbazia di San Bendetto in Val Perlana (CO). Dal 1999 segue annualmente i corsi di iconografia di scuola Russa guidati da Giovanni Mezzalira. Le sue icone, di diversi soggetti e dimensioni, si caratterizzano per l’espressione artistica e la fedeltà alle regole della iconografia tradizionale.

Flavio Arosio
Ossuccio (CO)
mail → flaviowitzo@gmail.com
Tel. 3473161108
web e galleria icone → acisolacomacina.it

Il venerdì della memoria dell’Addolorata

Mother of God “of the Seven Arrows”

“Questo Venerdì di Passione, la Chiesa ricorda i dolori di Maria, l’Addolorata. Da secoli viene questa venerazione del popolo di Dio. Si sono scritti inni in onore dell’Addolorata: stava ai piedi della croce e la contemplano lì, sofferente. La pietà cristiana ha raccolto i dolori della Madonna e parla dei “sette dolori”. Il primo, appena 40 giorni dopo la nascita di Gesù, la profezia di Simeone che parla di una spada che le trafiggerà il cuore. Il secondo dolore, pensa alla fuga in Egitto per salvare la vita del Figlio. Il terzo dolore, quei tre giorni di angoscia quando il ragazzo è rimasto nel tempio. Il quarto dolore, quando la Madonna si incontra con Gesù sulla via al Calvario. Il quinto dolore della Madonna è la morte di Gesù, vedere il Figlio lì, crocifisso, nudo, che muore. Il sesto dolore, la discesa di Gesù dalla croce, morto, e lo prende tra le sue mani come lo aveva preso nelle sue mani più di 30 anni [prima] a Betlemme. Il settimo dolore è la sepoltura di Gesù. E così, la pietà cristiana percorre questa strada della Madonna che accompagna Gesù. A me fa bene, in tarda serata, quando prego l’Angelus, pregare questi sette dolori come un ricordo della Madre della Chiesa, come la Madre della Chiesa con tanto dolore ha partorito tutti noi.”

(Papa Francesco, 3 aprile 2020, dall’omelia della Messa mattutina in Casa Santa Marta)

“L’IMMAGINE NELLA PAROLA. LA PAROLA NELL’IMMAGINE”: gli appunti del Seminario

Il Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione ha organizzato a Roma, in collaborazione con il Pontificio Istituto Orientale e con il Pontificio Istituto Sant’Anselmo, dal 13 al 15 febbraio 2020, il seminario di studio dal titolo: “L’IMMAGINE NELLA PAROLA. LA PAROLA NELL’IMMAGINE. Il simbolo, linguaggio privilegiato per l’evangelizzazione” (VEDI/SCARICA il programma).
A breve sarà disponibile la pubblicazione a stampa degli Atti ufficiali, ma in considerazione dell’importanza dell’argomento, abbiamo pensato di anticipare, agli interessati, le registrazioni audio dal vivo delle relazioni.
Completeremo la lista delle registrazioni man mano che riceveremo l’autorizzazione dai singoli relatori.
Restiamo a disposizione per l’immediata rimozione se la presenza sul nostro sito non fosse gradita a qualcuno degli aventi diritto.

Intervista a don Eugenio Bruno, officiale del PCPNE (estratto della trasmissione “Il diario di papa Francesco”, TV2000, 20/2/2020)
I Sessione
L’IMMAGINE NELLA PAROLA
Eugenio BRUNO
Accoglienza e presentazione del Seminario
Massimo PAMPALONI
Fuori centro. L’abbandono del sistema simbolico
nel XVI-XVII secolo e le sue conseguenze teologiche
Michele GRANO
Simboli e immagini della realtà psichica.
Identità, narrazione, legame
Cesare GIRAUDO
L’interazione della liturgia con gli organi di senso
alla luce delle mistagogie dei Padri

  • Schema della Relazione & Spunti di riflessione: la verità del segno a più di 50 anni da Sacrosantum Concilium  VEDI/SCARICA
  • Mistagogie in Sinossi: Ambrogio & Cirillo VEDI/SCARICA
  • Slides in pdf VEDI/SCARICA
  • Slides in movimento VEDI
  • Canale YOUTUBE

VEDI il video su Youtube
Paolo PROSPERI
Con gli occhi dell’aquila.
Chiavi per un rinnovamento della teologia simbolica.
 
Sebastian BROCK
Salvation history through images and symbols
according to the Syriac tradition.

  • Testo della relazione tradotta in lingua italiana VEDI/SCARICA

VEDI il video su Youtube
Marko RUPNIK
Esperienza di fede,
espressione simbolica ed evangelizzazione
 
Grazia PAPOLA
Il Dio biblico è il Dio che immagina
 
II Sessione
LA PAROLA NELL’IMMAGINE
Natale SPINETO
Il simbolo fra storia delle religioni e antropologia

 
Ricardo RAMOS BLASSI
“Verba visibilia”, visione della Parola.
Passare dal segno al Mistero.


VEDI il video su Youtube
Giovanna PARRAVICINI
Il linguaggio delle immagini nella vita della
Chiesa ortodossa russa oggi- Ricerche ed esperienze.


VEDI il video su Youtube
Ruberval MONTEIRO
“E la Vita si è resa visibile”.
Il linguaggio universale dei colori della vita.
Timothy VERDON
Parole di vita, immagini abitabili,
Arte e architettura cristiana
tra simbologia e antropologia


VEDI il video su Youtube
Elena MASSIMI
” In iubilatione cane:
hoc est enim canere Deo, in iubilatione cantare”.
Il canto nella liturgia: epifania del Mistero.

 
Antonio SCATTOLINI
Linguaggio e annuncio della fede
Racconto e analisi di alcune pratiche pastorali.

VEDI
il video su Youtube
Eugenio BRUNO
Termine dei lavori
 

«Divine Temple» 2019

L’editrice Kolomenskaya Versta di San Pietroburgo ha pubblicato l’edizione 2019 del catalogo internazionale annuale Divine Temple  dedicata alla moderna pittura di icone. Include le opere di pittori di icone contemporanei di tutto il mondo e articoli sulla pittura di icone. 
 
Cliccare QUI per l’acquisto
 
 

Avvenire: «Dipingere icone è il desiderio di incontrare il volto di Cristo» intervista a Ivan Polverari

Desideriamo condividere larticolo pubblicato sul quotidiano Avvenire il 15 marzo scorso dal titolo «Dipingere icone è il desiderio di incontrare il volto di Cristo». E’ una intervista a Ivan Polverari.

Ecco il link al sito di Avvenire: https://www.avvenire.it/agora/pagine/icone-dipingere-arte-sacra-ivan-polverari

LEGGI/SCARICA l’articolo in formato PDF

Seriate, progetto “La tenerezza di Dio”: prospettive future della mostra Santa Famiglia – Santità della famiglia

Nell’ambito del progetto “La tenerezza di Dio” proposto dalla Associazione La Scuola di Seriate è stata pubblicata (cliccare su  questo LINK) una nota relativa alla futura mostra sul tema della Santa Famiglia con la possibilità, a chiunque lo desideri, di parteciparvi proponendo un proprio lavoro (entro il 30 giugno 2020).

Maria Zilioli – Milano

Inserimento nella pagina ICONOGRAFI:  
Maria Zilioli. Nata a Milano, dove abita, ha incontrato l’icona nel 1979 grazie a Russia Cristiana che aveva organizzato un corso estivo con padre Igor Sendler. Le icone, la liturgia, il canto, la ricchezza della storia della Chiesa d’Oriente ha catturato la sua attenzione, per cui nonostante fosse complesso partecipare ai corsi nel periodo estivo ha cercato di partecipare ogni anno almeno per qualche giorno. In effetti il lavoro come chirurgo pediatra non consentiva una partecipazione più libera.
Nonostante le difficoltà ha seguito i corsi  con A.N. Ovcinnikov, ha partecipato a mostre organizzate dalla Scuola di Seriate, per due volte ha partecipato ai corsi che padre Zenon teneva a Pskov, ed al corso di affresco che sempre padre Zenon ha tenuto a Seriate.
Da quando è in pensione il tempo da dedicare alle icone si è dilatato e la collaborazione colla Scuola di Seriate è diventata più stretta.
Ha tenuto dei corsi di iconografia presso il convento  Nostra Signora della Moldava a Policani, in Boemia.

Maria Zilioli
Milano
zilioli.m.a@gmail.com