Antonella Luppino – Genazzano (RM)

Antonella Luppino (1970) vive a Genazzano (RM). Di fede cristiana cattolica, da sempre appassionata di immagini religiose, conosce l’iconografia nel 2015 grazie ad un primo corso di iconografia presso la comunità delle Piccole Sorelle della Visitazione a Fermo tenuto dalla maestra iconografa Sandra Carassai. Da quel momento sente di aver scoperto ciò che più la appassiona: l’iconografia bizantina. Nel 2016 frequenta un secondo corso sempre a Fermo con la stessa maestra e nel 2018 frequenta un corso di doratura a Roma con il maestro Stefanos Armakolas. Nel 2019 frequenta un corso di iconografia a Caltagirone. Segue da due anni un corso teorico di Arte Sacra tenuto a Roma dal professor Papa.

Antonella Luppino
Galleria: https://photos.app.goo.gl/UyvY2rzatfn7dW7f7
mail: antonella.xx@alice.it
tel. 3283873963

Centenario della presenza delle Suore oblate a Sorrento: i festeggiamenti

Le Suore oblate del Bambino Gesù festeggiano in questi giorni il Centenario della loro presenza a Sorrento.
Tra le iniziative proposte presso la loro Sede in Corso Italia 377 vi è un ciclo di 3 conferenze con l’iconografo Giancarlo Pellegrini accompagnate dalla esibizione di una corale:

  • Giovedì 7 novembre ore 19: “Scrivere la Parola: l’icona” e Corale dei Santi Prisco e Agnello
  • Venerdì 8 novembre ore 19: “Inno Akathistos” e Corale della Basilica di Sant’Antonio
  • Sabato 9 novembre ore 19: “L’icona della Natività, dalla teologia all’immagine” e Corale della Cattedrale di Sorrento

Inoltre, dal 2 novembre a 9 novembre (ore 9-18) è allestita una mostra iconografica.
scarica → LOCANDINA dei festeggiamenti
guarda → ANTEPRIMA VIDEO DELLA MOSTRA

Corso sullo studio del volto a Pistoia con Aleksandr Stalnov 9-15 gennaio 2020

CORSO SULLO STUDIO DEL VOLTO
Pistoia, 9-15 gennaio 2020
Il corso è rivolto a coloro che desiderano approfondire la capacità pittorica e imparare, vedere e capire l’iconografia in modo più completo.
Indubbiamente questa esperienza sarà d’aiuto nei lavori successivi, che diventeranno più consapevoli e maturi.
Il corso si propone di allargare l’orizzonte pittorico e favorire un approccio più professionale al lavoro iconografico.
Le finalità del corso sono:

  • studio delle varie parti del volto, struttura e costruzione del disegno. Lo studio aiuterà a individuare i criteri e la logica che guida la costruzione del volto iconografico
  • studio per un migliore utilizzo professionale dei materiali pittorici del volto e per una maggiore autonomia nel lavoro pittorico.

INSEGNANTE: Aleksandr Stalnov
SEDE: Monastero delle Clarisse, Piazzetta Santo Stefano 1, Pistoia.
PROGRAMMA:

  1. DISEGNO ICONOGRAFICO – approfondimento del disegno e costruzione del volto; armonia del disegno in iconografia; come si applica costruzione in iconografia.
  2. COLORI NELLA PITTURA DEL VOLTO: struttura coloristica; approfondimento dell’uso della tinta e del tono nelle varie tecniche del sankir.
  3. APPROFONDIMENTO del procedimento pittorico del volto.

Il corso riguarda sia lo studio del disegno che la pittura.
Saranno dipinti almeno due volti.
MATERIALE: Servono due o più tavole di prova, circa 30×40 cm ( o più piccole) gessate, carta e materiale per disegno e pittura.
INFORMAZIONI SUL CORSO:
sr. Maddalena Malaguti
tel. 3387669294
e-mail tameyon@gmail.com

Fr. Silouan Justiniano – Long Island NY

Inserimento nella pagina ICONOGRAFI -> USA

Originario di Puerto Rico, padre Silouan (Justiniano) ha conseguito un titolo di Buchelor of Fine Arts presso la School of Visual Arts, New York, e successivamente un Master in pittura presso il Hunter College. Nel 1997 ha abbracciato l’ortodossia orientale e alla fine è stato tonsurato come monaco. Nel 2006 è stato ordinato sacerdote.

Nel monastero, attraverso la guida del suo padre spirituale, padre Silouan ha imparato a dipingere icone, in particolare attraverso lo studio delle tecniche medievali della tempera all’uovo. Ora è membro del Monastero di Saint Dionysios Areopagite (ROCOR) a Long Island, dove dedica la maggior parte del suo tempo al servizio del ciclo liturgico quotidiano e alla pittura di icone. I suoi articoli sono apparsi in varie pubblicazioni negli Stati Uniti e all’estero. Padre Silouan è anche redattore e collaboratore del Orthodox Arts Journal.

Prima di scoprire la pittura di icone, padre Silouan ha sperimentato vari stili di figurazione e astrazione, alla ricerca di un linguaggio visivo per comunicare il Sacro nell’arte. Si è disilluso, tuttavia, con le teorie frammentarie del mondo dell’arte e il culto della novità. Il suo desiderio di manifestare visivamente il trascendente attraverso la pittura si è infine realizzato nel suo incontro con l’icona tradizionale.

Fr. Silouan Justiniano
Monastery of Saint Dionysios the Areopagite (ROCOR)
Long Island – New York
website: hieromonksilouan.org
Curriculyìum Vitae 

“Disegni preparatori come icone temporanee: una soluzione alternativa”: un articolo di Fr. Silouan Justiniano

Segnaliamo un interessante articolo di Fr. Silouan Justiniano pubblicato ieri su sito Orthodox Arts Journal.
articolo originale in lingua inglese “Preparatory Drawings as Temporary Icons: An Alternative Solution”
articolo tradotto in lingua italiana con Google Translate “Disegni preparatori come icone temporanee: una soluzione alternativa”

Ecco di seguito alcune delle immagini che accompagnano l’articolo:

Nuovo aspetto del sito “Sacred Murals Studio”

Aggiornamento della pagina Link->Scuole, Associazioni, Laboratori all’estero con la nuova versione del sito “Sacred Murals Studio” di Philip Davydov & Olga Shalamova (http://www.sacredmurals.com/).

La navigazione avviene cliccando sui  quattro “cerchi” posti agli angoli della home page. Il cerchio in alto a sinistra porta alla Home page. Il cerchio in alto a destra apre il menu principale con le principali sottodirectory: “Informazioni”, “Portafoglio”, “Workshop”, “Negozio” e “Contatti”. Quello in basso a sinistra è per “condividere” le pagine sui social media. Il cerchio in basso a destra porta all’inizio della pagina che si sta visionando.

Elisabetta Ferrara – Teolo (PD)

Elisabetta Ferrara (1960) impara le prime nozioni di iconografia nel 1990, grazie alla signora iconografa Lia Galdiolo e approfondisce negli anni a seguire lo studio, in parte come autodidatta oltre che attraverso alcuni corsi con il maestro sacerdote ortodosso russo padre Andrey Davidov. Giunta quasi al 30 esimo anno di dedizione all’icona, desidera continuare il percorso in comunione con tutti gli iconografi.
 
Elisabetta Ferrara
Teolo Padova
Cell. 3494234749


Pubblicazione: IL CROCIFISSO SANTA MARIA MADRE DELLA CHIESA – Parrocchia di Bresseo – Treponti (PD)

Progetto “La tenerezza di Dio”: i video dell’incontro del 5 ottobre 2019

Progetto di mostra «La Tenerezza di Dio» promosso dalla Associazione “La Scuola di Seriate”: i video dell’incontro del 5/10/2019

video mons. Francesco Braschi: “La presenza e il volto della Sacra Famiglia nelle liturgie occidentali”
video don Paolo Polesana: “La famiglia di Gesù nell’innografia bizantina” 

Potrebbe anche interessare:

il Progetto di mostra “LA TENEREZZA DI DIO”

video del primo incontro del 27 aprile 2019

Iconografia dell’arte cristiana orientale sul sito icons.pstgu.ru

Inserito, nella pagina LINK-Gallerie immagini, il sito
icons.pstgu.ru
della Orthodox St. Tikhon Humanitarian University di Mosca che offre una vasta raccolta di immagini (icone, pittura monumentale, oggetti cuciti, testi, edifici) dalla tarda antichità al periodo moderno, appartenenti alla tradizione ortodossa, create non solo in Oriente, ma anche in Europa occidentale.

Il sito è in lingua russa, ma facilmente consultabile aprendo le pagine del menu.

“DOMUS AUREA” – I MOSAICI DI MONREALE calendario 2020 Russia Cristiana

“DOMUS AUREA” – I MOSAICI DI MONREALE calendario 2020 Russia Cristiana
cm 31×44
50 pagine, 24 tavole a colori, testi e immagini a colori
ISBN 978-88-97455-26-4
prezzo: € 15

Il calendario 2020 è dedicato ai mosaici del Duomo di Monreale, lo splendido duomo edificato e dedicato alla Madre di Dio dal re normanno Ruggero II.
In questa meravigliosa cattedrale, dove lo splendore dell’oro e dei colori rende visibile agli occhi dei fedeli il mistero che si compie nella liturgia, l’arte dell’Occidente (struttura basilicale, rilievi romanici) si unisce a quella degli artisti bizantini che negli ultimi decenni del XII secolo delinearono, attraverso grandiosi cicli di mosaici, la storia del cosmo e dell’umanità dal suo primo esistere (Creazione del mondo), all’Antica Alleanza seguita al peccato (Storie della Genesi), fino alla Nuova Alleanza (Storie di Cristo, ciclo dei Miracoli), per culminare nell’attesa del Mondo che verrà, attraverso la Gerusalemme celeste rappresentata dal maestoso Pantocratore, dalla Madre di Dio in trono e da tutti i santi, con particolare riguardo ai prìncipi degli apostoli, Pietro e Paolo, a cui sono dedicate le absidiole laterali.
Grazie alla generosa disponibilità della Diocesi di Monreale, il libro-Calendario 2020 presenterà al lettore 24 splendide immagini di grande formato, ordinate secondo il calendario liturgico e corredate da ampi testi di carattere storico e spirituale:
– saggio monografico di don Nicola Gaglio
– schede storiche di Giovanna Parravicini
– meditazione sui mosaici di Romano Guardini (1929)

→ per acquisto online

Mariola Zajączkowska – Bicho – Varsavia (PL)

Mariola Zajaczkowska-Bicho vive a Varsavia. Nei suoi lavori usa la tecnica di encausto a freddo e la doratura a bolo. Sulle sue icone spesso si trovano diverse forme di ornamenti, e vi si possono trovare anche delle pietre preziose. Per l’autrice è molto importante che chi guarda le sue icone possa costruire una relazione profonda e personale con Dio: Amore e Misericordia.

Mariola Zajączkowska – Bicho
Varsavia (PL)
web: mariola.bicho.eu
mail: mariola@bicho.eu
phone +48 502 680 653

Progetto «La Tenerezza di Dio»: incontro 5 ottobre 2019

L’Associazione “La Scuola di Seriate”, promotrice del Progetto di mostra «La Tenerezza di Dio», invita sabato 5 ottobre 2019 al seminario artistico sull’iconografia della Santa Famiglia.

Per informazioni di dettaglio, scaricare e leggere qui il PROGRAMMA 5 OTTOBRE 2019.

La giornata prevede al mattino le lezioni

  • “La presenza e il volto della Sacra Famiglia nelle liturgie occidentali” a cura di mons. Francesco Braschi
  • “La famiglia di Gesù nell’innografia bizantina” a cura di don Paolo Polesana

Al pomeriggio è previsto il lavoro sull’aspetto iconografico con presentazione e discussione dei lavori iniziati e proposti.

Nel corso del pomeriggio verranno date anche informazioni più precise sulle date, il luogo e le condizioni della mostra del 2020.

Articolo precedente: I video dell’incontro del 27 aprile 2019

Anna Cappellini – Castelleone (CR)

“Sono Anna Cappellini, vivo a Castelleone in provincia di Cremona; visitando i monasteri ortodossi dell’est mi sono sentita a tal punto osservata dagli sguardi delle icone che mi circondavano ed abbracciavano da essere indotta a frequentare ,da qualche anno, corsi di iconografia. L’ iscrizione al vostro sito è un rendere testimonianza, seppur in modo acerbo, in territorio cremonese dell’adesione ad un percorso di ricerca tanto misterioso quanto affascinante.”

Anna Cappellini 
Cell. 3392664517
e-mail: annacappelini@libero.it

Maria Antonietta Laraia – Trani (BA)

Maria Antonietta Laraia è un’iconografa che vive ed opera principalmente a Trani (BT-Puglia), sua terra d’origine. Diplomata in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Bari nel 1994, docente in Disegno, Storia dell’Arte, Discipline Grafiche e Pittoriche, seguendo un percorso artistico e spirituale, si accosta nell’anno 2000 all’Arte delle Sacre Icone che dipinge con le tecniche tradizionali. Si forma alla scuola di maestri italiani e greci approfondendo tematiche e stili dell’iconografia bizantina elaborati dalle tecniche pittoriche russa e greca, che apprende entrambe. Inizia la sua formazione seguendo i corsi di iconografia tenuti a Trento dal maestro Fabio Nones. Segue altri maestri ma, prediligendo la tecnica pittorica greca, si perfeziona sotto la guida del maestro Kostantinos Xenopoulos formatosi all’Accademia Ecclesiastica del Monte Athos. Espone le sue opere in mostre personali e collettive confrontandosi con iconografi nazionali e provenienti dall’Est europeo, esegue lavori per Chiese, Monasteri, strutture religiose e privati; le sue opere sono diffuse nella sua terra e in Italia. Si occupa nel suo ‘ministero’ di diffondere la cultura dell’icona attraverso mostre, seminari e corsi di iconografia che inizia a tenere dall’anno 2010 (ad oggi) per la sua Arcidiocesi di provenienza e in altre zone d’Italia.

Maria Antonietta Laraia
marialaraia@libero.it

Due libri di iconografia disponibili in formato PDF

Segnaliamo due libri che possono essere acquistati nel sito web dell’editrice Kolomenskaya Versta di san Pietroburgo. I libri sono pubblicati in formato PDF e contengono numerose immagini di icone di alcuni maestri russi contemporanei.
Il formato PDF (e in generale il formato digitale) offre tre vantaggi: un costo più basso, una consegna in tempi brevi grazie al trasferimento via rete e l’assenza del rischio che il libro diventi esaurito. Ci auguriamo che altri Editori seguano questa strada che può offrire vantaggi in termini di incremento delle copie vendute e l’eliminazione delle giacenze di magazzino.

THE RUSSIAN ICON IN THE 21ST: DEVELOPMENT TRENDS
Testi in lingua inglese
Qui il link alla pagina Kolomenskaya Versta: https://www.versta-k.ru/en/catalog/136/2408/
DIVINE IMAGES
Testi in lingua inglese
Qui il link alla pagina Kolomenskaya Versta: https://www.versta-k.ru/en/catalog/136/2285/

 

Archiviato sotto Libri

Roberto Zaniolo – Galliera Veneta (PD)

Roberto Zaniolo (1953) è nato a Galliera Veneta (PD), dove vive. Insegnante di iconografia presso il Centro Territoriale Permanente per l’istruzione e la formazione degli adulti a Cittadella (PD). Nel 1987 ha cominciato a frequentare corsi di iconografia. Organizza corsi presso il Santuario Basilica Ss. Vittore e Corona a Feltre (BL), presso il CTP di Cittadella (PD), il Fatebenefratelli di Venezia e l’Abbazia di Praglia (PD). Dal 1995 segue il maestro russo Aleksandr Stal’nov e ora collabora con lui.

Roberto Zaniolo
cell 348.8156154
zanioloroberto.icone@gmail.com

HAGIA SOPHIA – THE DEESIS MOSAIC OF CHRIST, un nuovo link

Inserimento nella pagina LINK->Gallerie immagini

HAGIA SOPHIA – THE DEESIS MOSAIC OF CHRIST
https://www.pallasweb.com/deesis#the-deesis-mosaic.html – sito ricco di immagini dell’arte bizantina creato da Bob Atchison che così presenta il suo sito: “Ho fondato questo sito affinché altri possano ricevere la loro benedizione dall’immagine del Cristo di Hagia Sophia. Spero che il sito sia una risorsa per le persone che non hanno accesso a quei libri meravigliosi che ho usato per inserire le immagini nel sito. Alcuni di questi libri sono praticamente impossibili da trovare.”

I documenti pubblicati nel sito del Gruppo di Iconografia delle Famiglie della Visitazione

Dal sito del Gruppo di Iconografia delle Famiglie della Visitazione segnaliamo alcune pagine interessanti per approfondire il tema dell’iconografia a noi caro.

In particolare:

  • Nella pagina “maggiori notizie” sono presenti alcuni interessanti documenti interessanti ed utili al fine di accrescere la conoscenza dei temi riguardanti l’iconografia. In particolare:
    • “Icona significato e caratteristiche” (v. file PDF)
    • “Storia (sintesi e tappe principale della storia iconografica)” (v. file PDF)
    • Ricorrenza della parola Icona nel Nuovo Testamento (v. file PDF)
    • Relazione del maestro Aleksandr V. Stal’nov  – Bologna 11 Ottobre 2007 (v. file PDF).
    • Relazione “L’Icona Nella Liturgia Ortodossa” dell’Archimandrita Dionysius Papavasileiou – Bologna 7 aprile 2009 (v. file PDF)
    • “Storia della iconografia” (v. file PDF)  – Sovere 2011
    • “Appunti e contributi vari sul canone iconografico” (v. file PDF) e “Breve sintesi sul canone iconografico” (v. file PDF) – Sovere 2011
  • Nella pagina “aspetti tecnici” vengono documentate in dettaglio le fasi tecniche della realizzazione dell’icona
Famiglie-della-Visitazione FAMIGLIE DELLA VISITAZIONE
http://www.famigliedellavisitazione.it – Gruppo di Iconografia delle Famiglie della Visitazione

 

Elisa Bacchin – Cittadella (PD)

Inserimento nella pagina ICONOGRAFI

Elisa Bacchin (1986) è nata e vive a Cittadella (PD), un piccolo borgo medievale conosciuto per la sua ancora intatta cinta muraria. Fin dal’infanzia mostra talento artistico. Dopo aver conseguito il diploma di perito aziendale corrispondente in lingue estere riprende la passione per l’arte frequentando corsi di pittura ad olio e acrilico. Nel 2014 si accosta all’iconografia frequentando un corso guidato dal maestro Roberto Zaniolo e rimane affascinata dall’arte delle sante icone. Decide così di proseguire questa esperienza che le permette sia di approfondire la propria fede che di manifestarla offrendo in visione le sue icone.

Elisa Bacchin
via Saint Maurice, 29
Curtarolo (PD)

Cell 339 7045222
e-mail bacchinelisa86@gmail.com
FB Elisa Bacchin – pittrice
Instagram: Elisa_Bacchin_pittrice
Sito internet: artelisabacchin@wordpress.com

Progetto “La tenerezza di Dio”: i video dell’incontro del 27 aprile 2019

Il 27 aprile scorso si è tenuto a Seriate il primo incontro nell’ambito del Progetto “La tenerezza di Dio” promosso dalla Scuola iconografica. Quale documentazione dell’evento, pubblichiamo i video delle relazioni di Giancarlo Pellegrini, don Gianluca Busi e Giovanna Parravicini.

Giancarlo Pellegrini
Ipotesi di percorso per l’ icona della santa Famiglia

->VIDEO

don Gianluca Busi
Nuove icone, note di metodo

->VIDEO

Giovanna Parravicini
L’iconografia della Santa Famiglia

->VIDEO

Progetto «La tenerezza di Dio»: il programma del primo incontro di presentazione sabato 27 aprile 2019

L’Associazione “La Scuola di Seriate” Scuola iconografica, promotrice del progetto di mostra «La Tenerezza di Dio» Antiche e nuove iconografie della “Sacra Famiglia” cui sono invitati a partecipare iconografi e scuole iconografiche ha diffuso il

PROGRAMMA DEL PRIMO INCONTRO DI PRESENTAZIONE

che si svolgerà sabato 27 aprile 2019 con inizio alle ore 15 a Villa Ambiveri , Via Tasca 36, Seriate.
L’obiettivo è avviare una discussione sul tema, confrontarsi, aiutarsi a trovare delle piste di lavoro e darsi delle scadenze.
Quale apporto alla discussione ed al lavoro personale saranno proposti i seguenti contributi da parte di:

  • Iconografo Giancarlo Pellegrini – studio d’Iconografia Labarum Coeli – Bologna, esporrà i frutti della riflessione e del lavoro sul tema “La Santa Famiglia”, intrapresi dal 2003 insieme ad Aleksandr Stal’nov.
  • Giovanna Parravicini- Fondazione Russia Cristiana – Seriate-Mosca, offrirà alcuni spunti sul tema della “Famiglia” nell’iconografia orientale, in parallelo con l’Enciclica Evangelii gaudium.
  • Iconografo don Gianluigi Busi, ilsegnodigiona.it – Bologna, illustrerà il progetto e le fasi di realizzazione di una pittura absidale sul tema dell’Esortazione apostolica sulla santità Gaudete et exultate: un esempio di metodo.

Alle ore 16 è prevista una libera discussione sul tema, per arrivare a formulare insieme il progetto di lavoro, gli obiettivi e le scadenze.
Il seminario è gratuito, la partecipazione è libera. Si prega di registrarsi nei giorni precedenti all’incontro presso la segreteria della Scuola iconografica di Seriate (email: scuolaseriate@russiacristiana.org), semplicemente per problemi organizzativi, in modo da predisporre meglio l’accoglienza dei partecipanti.

Scuola di Seriate: una pubblicazione in memoria del maestro Pavel

La Scuola Iconografica di Seriate offre la possibilità di prenotare e ricevere il volumetto Liconografo Pavel, che ripercorre la biografia e l’opera di uno dei maestri della Scuola di Seriate, morto il 2 ottobre 2017.
Il libro (cm 30 x 21, 38 pp. a colori) è disponibile in tiratura limitata, al costo di 27 euro (comprese le spese di spedizione).
Per sfogliare l’anteprima del libro e conoscere le modalità di acquisto, leggi la notizia completa cliccando QUI sulla pagina del sito della Associazione La Scuola di Seriate.

Archiviato sotto Libri

Daniel Neculae (Romania)

Inserimento nella pagina ICONOGRAFI (Romania)

Daniel Neculae
Iconografo romeno, Daniel ha completato i suoi studi all’Università di Bucarest e ha ottenuto una laurea in Pittura bizantina presso la Facoltà di teologia ortodossa. E’ stato fortemente influenzato dalla sua permanenza nel Monte Athos nel monastero di Vatopedi, dove ha visto il lavoro del famoso iconografo Manuel Panselinos. Le sue icone possono essere viste al Patriarcato rumeno, a Bucarest, nelle chiese e nei monasteri ortodossi rumeni, così come nelle collezioni private in Europa e negli Stati Uniti. Iconografo dal 2000, dal 2015 insegna iconografia bizantina presso l’European School Luxembourg

 

Associazione La Scuola di Seriate: Progetto di mostra «LA TENEREZZA DI DIO»

L’Associazione “La Scuola di Seriate” Scuola iconografica, promuove il progetto di mostra «La Tenerezza di Dio» Antiche e nuove iconografie della “Sacra Famiglia”ed invita iconografi e scuole iconografiche a partecipare al progetto.

Riteniamo si tratti di una proposta interessante perché offre l’opportunità storica unica di partecipare allo studio ed alla eventuale elaborazione di una nuova possibile immagine sacra.

Il primo incontro di presentazione del progetto si svolgerà a Seriate, a Villa Ambiveri, sede della Scuola iconografica, sabato 27 aprile 2019 alle ore 17

Mostra “Pellegrinaggio della pittura russa” ai Musei Vaticani 19/11/2018 – 16/2/2019

Articolo sul sito dei Musei Vaticani (LINK)
Comunicato stampa (PDF)
Introduzione catalogo mostra di Zelfira Tregulova, Direttore della Galleria Nazionale Tretyakov PDF
Presentazione catalogo mostra di Barbara Jatta, Direttore dei Musei Vaticani PDF
Conferenza stampa di presentazione (Video Youtube)
Immagini di alcune delle 54 opere in mostra

“Cristo nel deserto”, Ivan Kramsky “L’apparizione di Cristo al popolo”, Alexander Ivanov “Oltre la pace eterna”, Isaak Levitan
“Dolore inconsolabile”, Ivan Kramsky “Trasfigurazione” “Madre di Dio di Kikkos”, Simon Ushakov
“In te si rallegra” Dionisij “La vita è ovunque” Nikolaj Jaroschenko “Crocefissione” Dionisij
“Cristo portacroce” Mikhail Nesterov “Quadrato nero” di Kazimir Malevich “Trinità” di Natalia Goncharova
“Prima della confessione” Ilya Repin “Troika. Gli alunni-artigiani stanno portando acqua ” Vasily Perov “Annegata ” di Vasily Perov
“Giudizio Universale” Scuola di Novgorod “Che cos’è la verità? Cristo e Pilato ” Nikolaj Ge “Calvario” Nikolaj Ge
“Il demone seduto” Mikhail Vrubel “Processione religiosa nella provincia di Kursk” Ilya Repin “Inaspettato ritorno” Ilya Repin
“Mosca. La Piazza Rossa” VasiliJ Kandinsky “San Giorgio e il drago” “Ritratto di F. M. Dostoevskij ” Vasily Perov
“1918 in Pietrogrado ” Kuzma Petrov-Vodkin “Non piangere su di me, Madre” “Bagnatura del cavallo rosso” Kuzma Petrov-Vodkin
“Bolscevico” Boris Kustodiev    

«San Martino vescovo» nella chiesa parrocchiale di San Martino in Niguarda – Milano

san Martino vescovo, chiesa parrocchiale di san Martino in Niguarda – Milano (2018, cm 80×130)

L’icona presenta una composizione diversa e originale rispetto alla ben più diffusa rappresentazione iconografica della nota vicenda di Martino soldato romano a cavallo che condivide il mantello con il povero.
San Martino è raffigurato frontalmente, con l’aureola attorno al capo, rivestito dei paramenti liturgici che manifestano il tipo di santità cui egli appartiene (vescovo). Il volto è contornato da una corta barba bianca. Lo sguardo e il gesto benedicente della mano destra sono rivolti direttamente al fedele. La mano sinistra regge il Vangelo chiuso e sostiene il bastone pastorale.
L’immagine si ispira all’icona collocata nella Basilica di san Martino a Tours dove si trova la tomba del santo.
In alto a destra la scena è dominata dai “Cieli aperti”, espressione della gloria della Trinità, fonte e origine di ogni santità. L’immagine è contenuta in un quarto di cerchio diviso in tre parti: il settore più interno, color blu notte, trapuntato di stelle d’oro, indica il “Padre nostro che sei nei cieli”; la corona blu intermedia mostra il Figlio, “immagine del Dio invisibile”; la corona azzurra esterna rappresenta lo Spirito Santo che irradia la luce divina in forma di raggi d’oro.  L’immagine dei “Cieli aperti” è la più importante perché indica il Soggetto che sta all’origine di ogni santità (come recita il sacerdote nella Preghiera eucaristica II: “Padre veramente santo, fonte di ogni santità”).
Ai piedi del santo è dipinto il povero seminudo dell’episodio del mantello; egli è raffigurato di profilo, con lo sguardo e le mani rivolte in alto, verso il santo e oltre, verso i “Cieli aperti”. Il mantello dipinto sulle spalle del povero rivela la carità di Martino che dona la metà del suo mantello. Quella notte Cristo, anch’egli rivestito dello stesso mantello, apparve in sogno a Martino a conferma della parola evangelica: “Ero nudo e mi avete vestito… Ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me”.

la collocazione dell’icona nella chiesa parrocchiale di San Martino in Niguarda

L’icona vuole essere come una porta aperta che aiuta il nostro sguardo a vedere i segni della santità testimoniata da san Martino e farne tesoro per la propria vita di fede.
Un primo e più evidente insegnamento è riflesso nelle parole scritte da Benedetto XVI nell’Enciclica “Deus caritas est”: “Guardiamo infine ai Santi, a coloro che esercitano in modo esemplare la carità. Il pensiero va, in particolare, a Martino di Tours, prima soldato, poi monaco e vescovo: quasi come un’icona, egli mostra il valore insostituibile della testimonianza individuale della carità”.
I piedi scalzi di Martino rivelano che anche dopo aver accettato per obbedienza la carica di Vescovo di Tours egli non ha mai tralasciato l’umiltà della vita monastica.
Il libro del Vangelo ne rivela l’infaticabile azione di pastore ed evangelizzatore.
Un insegnamento particolarmente rilevante è suggerito dal dettaglio della posizione del bastone pastorale (parte da terra, attraversa diagonalmente la figura del santo e il Vangelo, e punta l’estremità ricurva verso i “Cieli aperti”, origine di ogni santità). E’ una immagine simbolica del percorso in risposta alla “chiamata alla santità che il Signore fa a ciascuno di noi” cui la Chiesa costantemente ci richiama e che è stata recentemente oggetto della Esortazione apostolica “Gaudete ed exsultate” di Papa Francesco: un percorso che nasce dal desiderio di verità e felicità che Dio ha inscritto nel cuore dell’uomo, cresce alla luce della sua Parola nella vita della Chiesa ed anela alla vita beata del Padre celeste.

L’icona è stata benedetta ed esposta alla venerazione dei fedeli il giorno 11 novembre 2018, festa di san Martino.

«Superior to the angels»

Inseriti nella pagina LIBRI di due video-demo sulla tecnica di pittura del volto della Madre di Dio di Vladimir (a cura di don Gianluca Busi)

«Superior to the Angels: How to paint Rublev’s Trinity, a interactive manual (Icon)»
This interactive brand new book, is more then a common book and open new paths in iconpainting, changelling with a very ambitious target. Inside you can find only the written text and some lo-res images, but at www.wim.tv website you can find and buy on-line, the ultrahigh-res images and the interactive movies. This will let you follow the interactive manual in three different ways: by paper, by pictures and even by movies, where you will be supported by a on-line master at your side.The introduction at the first chapter let you enter a bit inside a minimal knowledge about the icon: history and theological meaning and a short survey about western way to understand the Trinity.The second and longer chapter, it’s a true painting manual and let you follow step by step the procedure will let to achieve the goal to achieve a new faithfull Rublev’s Trinity copy. You can find the chromatic palette and the colors you need to paint, the first draw, the very precious red pencils light studies and more then 130 pictures that’s let you follow in a very accurate way the work progress, from the beginning to the end.
«Superiore agli Angeli. Come dipingere la Trinità di Rublev»
Manuale interattivo Kindle Edition
di Gianluca Busi e Maurizio Grandi
Questo libro interattivo di nuovissima concezione è molto più di un pubblicazione convenzionale e apre piste inedite nel mondo dell’editoria. Un progetto molto ambizioso che cerca di fondere il libro tradizionale con gli strumenti della rete come le immagini on-line e i filmati. All’interno si trovano i link per la sottoscrizione annuale al sito www.wimtv.com e i link per il materiale didattico al sito www.ilsegnodigiona.it e a YouTube. Attraverso questo sistema coordinato sarà possibile seguire un corso di icone on.line e si potrà dipingere un’icona con un maestro virtuale a fianco.
Diviso in due parti: la prima dei occupa degli aspetti teoretici, mentre la seconda, il manuale vero e proprio contiene tutti gli elementi (a partire dal primo disegno, ai colori, alla sequenza di immagini step by step e i filmati interattivi) che permettono di eseguire una copia conforme della Trinità di Rublev dall’inizio alla fine.
Archiviato sotto Libri

Madonna di San Luca esposta a Roma Castel Sant’Angelo dal 19 ottobre al 18 novembre 2018

Link al sito con tutte le informazioni
19 ottobre / 18 novembre 2018
Castel Sant’Angelo
“Filippo Rusuti e La Madonna di San Luca in Santa Maria del Popolo”
a cura di Simona Antellini e Alessandro Tomei

La Madonna di San Luca, talora anche detta Salus Popoli Romani, è un’antica e preziosa icona, una delle più belle, importanti e venerate oggi esistenti. Dipinta secondo un’antica tradizione dall’evangelista Luca, l’opera viene normalmente riferita alla fine del XIII secolo.


L’immagine obbedisce a un’iconografia tradizionale dell’ambiente bizantino: attraverso il Figlio, Gesù Cristo, la Vergine è dunque “colei che mostra la via” (Odigitria). Su questo schema tradizionale l’autore intervenne inserendo una vena di pàthos diversa e originale, rappresentata dall’affetto della madre nei riguardi del figlio.

Inizialmente collocata nel complesso del Sancta Sanctorum, in prossimità della basilica di San Giovanni in Laterano, la tavola venne poi spostata nella chiesa di Santa Maria del Popolo. La versione ufficiale attribuisce la traslazione a papa Gregorio IX, che l’avrebbe posta in atto al termine di una grave pestilenza. Ben presto la tradizione colta e popolare attribuì all’immagine poteri salvifici e taumaturgici. Nel corso del XV secolo essa per esempio servì da paliotto cittadino, protagonista di tre processioni volte a scongiurare il possibile attacco dei Turchi alla città.

La mostra s’impernia sul recente restauro dell’opera, a cura di Simona Antellini. L’operazione di restauro rappresenta il punto di partenza per una riconsiderazione dell’opera in termini stilistici, iconografici e sociali, realizzata da Alessandro Tomei.

Orari
tutti i giorni 9.00 – 19.00
Fino al 18 novembre dal giovedì alla domenica 9.00 – 23.30
La biglietteria chiude mezz’ora prima.

Biglietti
Ingresso incluso nel biglietto unico di Castel Sant’Angelo e Palazzo Venezia
unico intero € 15,00
unico ridotto € 7,50
L’ingresso è gratuito la prima domenica di ogni mese in entrambi i siti.

Info e prenotazioni
+39 06 32810410
(dal lunedì al venerdì ore 9 -18 e il sabato ore 9 – 13)

«Le opere di pittori icona della Camera dell’Armeria del Cremlino di Mosca» Е. И. Силаева

Inserimento nella pagina DOWNLOAD

«Le opere di pittori icona della Camera dell’Armeria del Cremlino di Mosca» E. I. Silaeva  («Произведения иконописцев в Оружейной палате московского Кремля» – Е. И. Силаева ) 

  • LINK al sito wk.com per il download del catalogo illustrato in lingua russa (pagine 114, PDF – 74,6 MB)

Salus populi Romani: il restauro del Laboratorio dei Musei Vaticani

Torna al suo antico splendore la celebre icona mariana della Salus populi Romani, tanto venerata dai romani e dallo stesso Papa Francesco che, alla vigilia di ogni suo viaggio, è solito recarsi alla Basilica di Santa Maria Maggiore per renderle filiale omaggio. La sacra immagine viene esposta nuovamente al pubblico in seguito ad un delicato ed impegnativo intervento di restauro eseguito presso i Laboratori dei Musei del Papa. Le sofisticate tecnologie delle indagini intraprese prima dell’intervento, nonché la straordinaria perizia dei restauratori vaticani, hanno consentito di effettuare un lavoro specialistico mai eseguito che ha permesso di recuperare l’originaria bellezza e la realtà storica dell’opera, offuscata nei secoli da vernici, ridipinture e dagli effetti dell’uso devozionale.
Leggi articolo RESTAURO DELLA SALUS POPULI ROMANI con immagini fotografiche

Archiviato sotto Video

Youtube: 9 video dell’Archimandrita Teodor Zinon Архимандритом Зиноном (Теодор)

https://www.youtube.com/playlist?list=PLGe2n91DtOB62MRLnElr-smurel_vJdBu

1. Архимандрит Зинон (Теодор)
Pubblicato il 9/6/2010
Laboratori di pittura icone nel Monastero di Pskovo-Pechersky (1986)
2. Встреча-беседа с архм.Зиноном (Теодором) ч.1
Pubblicato il 21/3/2014
Incontro con Zinon (Theodore) (parte 1) presso il centro culturale della cattedrale di san Teodoro (Feodorov)a San Pietroburgo durante il suo lavoro sulle icone della chiesa inferiore (estate 2011). Il pittore di icone espose i principi del suo lavoro in dettaglio e con linguaggio accessibile.
3. Встреча-беседа с архм. Зиноном (Теодором) ч. 2.
Pubblicato il 21/3/2014
Continuazione dell’incontro nel centro culturale della cattedrale di san Teodoro (Feodorov) a San Pietroburgo
4. Фреска (мастер-класс архимандрита Зинона (Теодора))
Pubblicato il 5/12/2015
Archimandrita Zinon in alcuni momenti della realizzazione di un affresco nella chiesa inferiore della Cattedrale di San Teodoro (Feodorov) a San Pietroburgo.
5. Архимандрит Зинон в работе над фресками в нижнем храме Собора Федоровской иконы Богородицы
Pubblicato il 30/4/2014
Archimandrita Zinon al lavoro sugli affreschi nella chiesa inferiore della Cattedrale di San Teodoro (Feodorov) a San Pietroburgo.
6. Мастер-Класс, золочение с Архимандритом Зиноном (Теодор …
Pubblicato 15/11/2016
Lezione di doratura
7. Презентация новой фрески о.Зинона (Теодора) 01.03 …
Pubblicato 1/3/2015
Presentazione affresco nella cripta della Cattedrale di San Teodoro di San Pietroburgo
8. О главном недостатке современных иконописцев
Pubblicato 10/12/2014
Lo svantaggio principale dei moderni pittori di icone
9. Архимандрит Зинон
Pubblicato 14/9/2012
Lezione

 

«TRADIZIONE DELLO SPLENDORE. Icone italiane contemporanee»

Inserimento nella pagina DOWNLOAD

«TRADIZIONE DELLO SPLENDORE. Icone italiane contemporanee». Catalogo della mostra  tenutasi dal 13 dicembre 2014 al 1 marzo 2015. Versione digitale offerta per gentile concessione della Direzione del Museo MAGI’900 di Pieve di Cento. 

  • LINK al sito ISSUU per sfogliare il catalogo online
  • DOWNLOAD per scaricare da DROPBOX il file PDF 63.4 MB

 

«Строгановский иконописный лицевой подлинник» (Stroganov podlinnik)

Inserimento nella pagina DOWNLOAD

«Строгановский иконописный лицевой подлинник (конца XVI и начала XVII столетий)» (Stroganov podlinnik).
Il volume, pubblicato nel 1869 a Mosca, raccoglie una collezione di immagini sacre canoniche – soggetti ed eventi –  destinate a servire da modello per la pittura di icone.

  • LINK al sito www.booksite.ru per il download della prima parte (pagine 1-133, PDF 6,74 Mb)
  • LINK al sito www.booksite.ru per il download della seconda parte (pagine 134-218, PDF 4,41 Mb)

 

«L’arte di Bisanzio nei secoli IV-XV»

Inserimento nella pagina DOWNLOAD

«L’arte di Bisanzio nei secoli IV-XV»,Vera Likhachev (Искусство Византии – Лихачева В.Д.)
L’impero bizantino è esistito per circa un millennio. Durante questo periodo, numerosi artisti, architetti, scultori, maestri d’arte applicata hanno creato opere straordinarie. Il libro (in lingua russa) è dedicato alla complessa storia della cultura artistica bizantina, all’esame e all’analisi di monumenti artistici unici.

  • LINK al sito per il download (1986, pagine 310, PDF 97.4 Mb)

«The Glory of Byzantium Art and Culture of the Middle Byzantine Era, A.D. 843–1261»

Inserimento nella pagina DOWNLOAD

«The Glory of Byzantium Art and Culture of the Middle Byzantine Era, A.D. 843–1261» 
Catalogo (in lingua inglese) della mostra su Bisanzio al Metropolitan Museum of Art di New York del 1997. Contiene 17 saggi accademici accompagnati da descrizioni e riproduzioni a colori di oltre 400 oggetti, così come immagini di siti architettonici in tutta l’Europa orientale.Catalogo che raccoglie articoli di vari ricercatori dedicati all’icona post-bizantina. Include molte illustrazioni.

  • LINK al sito per il download del catalogo (1997, pagine 604, PDF 85,7 Mb)

«Pittura post-bizantina. Icone dei secoli XV-XVIII»

Inserimento nella pagina DOWNLOAD

«Pittura post-bizantina. Icone dei secoli XV-XVIII» («Поствизантийская живопись. Иконы XV-XVIII веков)
Catalogo che raccoglie articoli di vari ricercatori dedicati all’icona post-bizantina. Include molte illustrazioni.

  • LINK al sito per il download del catalogo (1995, pagine 242) in lingua russa formato PDF (146 Mb)

«Modern orthodox ICON»

Inserimento nella pagina DOWNLOAD e nella pagina LIBRI

«Modern Ortodox Icons»

«Santità. Un breve dizionario di termini agiografici» di V.M. Zhivov

Inserimento nella pagina DOWNLOAD

«Santità. Un breve dizionario di termini agiografici» di V.M. Zhivov («СВЯТОСТЬ. КРАТКИЙ СЛОВАРЬ АГИОГРАФИЧЕСКИХ ТЕРМИНОВ» В.М. Живов)

  • LINK al sito per il download del libro (Mosca 1994, pagine 37) in lingua russa formato PDF (11.2 Mb)
  • LINK al testo in lingua russa (sito azbyka.ru)
  • LINK al testo tradotto in lingua italiana (Google translator del testo dal sito azbyka.ru)

«Il significato delle icone» di Vladimir Losskij e Leonid Uspenskij

Inserimento nella pagina DOWNLOAD

«Il significato delle icone» di Vladimir Losskij e Leonid Uspenskij (Смысл икон / В. Н. Лосский, Л. А. Успенский)

  • LINK al sito per il download del libro (Mosca 2014, pagine 336) in lingua russa formato PDF (11.2 Mb)
  • LINK al testo in lingua russa (sito azbyka.ru)
  • LINK al testo tradotto in lingua italiana (Google translator del testo dal sito azbyka.ru)

«Costruzioni spaziali nell’antica pittura russa. Saggio sui metodi principali» di B.V. Rauschenbach

Inserimento nella pagina DOWNLOAD

«Costruzioni spaziali nell’antica pittura russa. Saggio sui metodi principali» di B.V. Rauschenbach (Раушенбах Б.В. Пространственные построения в древнерусской живописи. Очерк основных методов)
anno 1980, pagine 289

  • LINK al sito per il download del libro in lingua russa formato PDF (9.19 MB)

«Icone nella cattedrale dell’Annunciazione del Cremlino di Mosca. Deesis e festività» di L.A. Shchennikova

Inserimento nella pagina DOWNLOAD

«Icone nella cattedrale dell’Annunciazione del Cremlino di Mosca. Deesis e festività» di L.A. Shchennikova  (Щенникова Л.А. «Иконы в Благовещенском соборе Московского Кремля. Деисусный и празднич»)
Questo catalogo pubblica una parte della collezione di icone storicamente formatasi nella Cattedrale dell’Annunciazione del Cremlino di Mosca: le Deesis e le icone delle feste dell’iconostasi. Eccezionali nelle loro qualità, le icone della “Deesis” e delle “Feste” datate 1405 sono attribuite all’opera di famosi maestri – Teofane il Greco e Andrei Rublev. Studi esaustivi dell’antica iconostasi della cattedrale dell’Annunciazione, svoltisi negli ultimi decenni del XX secolo, hanno permesso di osservare la sua storia sotto una nuova luce. Basato su uno studio completo delle caratteristiche iconografiche e artistico-stilistiche delle icone, l’autore offre nuove attribuzioni e riscontri.
Il materiale pubblicato nel catalogo è di primaria importanza per lo studio della storia dell’arte del grande principato di Mosca alla fine del quattordicesimo e all’inizio del XV secolo. e il lavoro di famosi pittori di icone di quel periodo. 
La pubblicazione è destinata agli storici dell’arte, ai lavoratori dei musei, ai restauratori, agli artisti e anche a tutti coloro che sono interessati all’antica cultura russa.
Per l’acquisto del catalogo, cliccare QUI

  • LINK al sito per il download del catalogo (Mosca 2004, pagine 290) in lingua russa formato PDF (79.7 MB)

 

Tommaso Nicastro – Napoli

Inserimento nella pagina ICONOGRAFI

Tommaso Nicastro originario di Bagnoli Irpino vive a Napoli, ha avuto da sempre la vocazione per l’arte e per il disegno in particolare.
L’incontro con l’iconografia cristiana avviene alla fine degli anni novanta in ambito religioso dove si formerà con i maestri padre Andrey Davidov, Giovanni Raffa e Laura Renzi, Fabio Nones.
Senza mai abbandonare la passione per le icone, alle quali si è sempre dedicato, ha approfondito lo studio della pittura diplomandosi in Arti Visive alla cattedra di Pittura all’Accademia di Belle Arti di Napoli.
La sua ricerca parte dallo studio della tradizione iconografica e dalle tecniche pittoriche antiche per produrre un’iconografia contemporanea.
Negli anni ha eseguito numerose icone per ordini monastici e privati e corsi d’iconografia.Tommaso Nicastro
Salita S. Nicola da Tolentino, 10
80132 Napoli
Cell 3281338317
nito_t@libero.it

Seriate: seminario artistico organizzato dalla Scuola Iconografica

Sabato 26 maggio 2018 SERIATE (BG). Seminario artistico a cura di Levon Nersesjan organizzato dalla Scuola Iconografica di Seriate presso la propria sede di Via Tasca 26 – Seriate sul tema: «La Madre di Dio del Don Capolavoro di Teofane il Greco, segno della vittoria sui tartari e dell’unità nazionale russa»
Orari: 10-11.30 / 14-16.30
Iscrizione:entro il 20 aprile 2018, scrivendo a: scuolaseriate@russiacristiana.org ; oppure telefonando allo 035/294021
Quota di partecipazione: € 20,00

«L’icona: arte, bellezza, mistero» di Ilarion Alfeev

Inserimento nella pagina LIBRI

«L’icona: arte, bellezza, mistero» di Ilarion Alfeev (Autore), G. Parravicini (Traduttore), M. Ragazzi (Traduttore)
EDB, Bologna 2017, collana «Studi religiosi», pp. 156, € 13,00
ISBN 9788810417126

AcquistaL’icona. Arte, bellezza, mistero

Finestra aperta sul mistero, l’icona occupa un posto d’eccezione nella tradizione ortodossa, ma la sua diffusione va ben oltre l’ambito del cristianesimo orientale. In questo libro, Ilarion Alfeev riassume i tratti fondamentali della tradizione iconografica bizantina e dell’icona russa soffermandosi sui sei significati di questa forma di arte sacra: teologico, antropologico, cosmico, liturgico, mistico e morale.

Indice Premessa.  I. La pittura cristiana delle origini.  II. La tradizione iconografica bizantina. 1. Mosaici e affreschi bizantini dal IV al VII secolo.  2. L’icona nel VI-VII secolo.  3. L’Immagine acheropita e la Sindone di Torino.  4. L’iconoclastia e il culto delle immagini.  5. La decorazione pittorica del tempio bizantino.  6. Principali tipologie iconografiche.  7. Mosaici e affreschi bizantini tra il IX e il XIV secolo.  8. L’icona bizantina dal IX al XIV secolo.  9. La miniatura.  III. L’icona russa. 1. La pittura di icone nella Rus’. Teofane il Greco.  2. Il beato Andrej Rublëv e l’evoluzione dell’iconostasi.  3. L’iconografia della Trinità.  4. Dionisij e l’evoluzione della pittura di icone russa  5. L’epoca successiva a Pietro I.  6. La pittura accademica nelle chiese ortodosse.  7. L’icona russa nel periodo successivo alla rivoluzione.  IV. Il significato dell’icona. 1. Il significato teologico dell’icona.  2. Il significato antropologico dell’icona.  3. Il significato cosmico dell’icona.  4. Il significato liturgico dell’icona.  5. Il significato mistico dell’icona.  6. Il significato morale dell’icona.

Ilarion Alfeev è metropolita di Volokolamsk, presidente del Dipartimento per le relazioni esterne del Patriarcato di Mosca e membro permanente del Sacro Sinodo. È stato vescovo ortodosso di Vienna e d’Austria, Amministratore pro tempore della diocesi di Budapest e d’Ungheria, rappresentante della Chiesa ortodossa russa presso le istituzioni europee a Bruxelles. Diplomato in violino, pianoforte e composizione, si è formato al monastero del Santo Spirito di Vilnius, al Seminario e all’Accademia Teologica di Mosca, all’Università di Oxford e all’Istituto Teologico San Sergio di Parigi. Ha insegnato Omiletica, Teologia dogmatica, Studi neo-testamentari e Greco bizantino nelle Scuole teologiche moscovite. Per EDB è autore di una grande opera in cinque volumi dal titolo La Chiesa ortodossa.

Archiviato sotto Libri

Maria Thea Egentini – Arezzo

Nata a Bologna nel 1962, diplomata al Liceo Artistico e all’Accademia di Belle Arti in Scultura. Sin dall’89, allieva dell’iconografo Giovanni Mezzalira, dedica la sua attività artistica esclusivamente allo studio ed alla pittura di icone. Continua la sua formazione con l’amico Giancarlo Pellegrini. Divenuta allieva dell’iconografo russo A. Stal’nov, dal 1999 inizia una più intensa attività iconografica producendo numerose opere per Chiese e privati, partecipando a mostre e tenendo corsi di iconografia presso la scuola teologica di Prato ed il laboratorio iconografico nel Monastero delle Clarisse di Pistoia. Attualmente vive, lavora e tiene corsi ad Arezzo.

Maria Thea Egentini
cell 339.7776125
mail mariatheaegentini@virgilio.it

 

 

Dipartimento di pittura dell’Accademia Teologica di San Pietroburgo

Aggiornamento del sito del Dipartimento di pittura dell’Accademia Teologica di San Pietroburgo inserito nella pagina LINK -> Scuole, Associazioni, Laboratori (estero)

Dipartimento di pittura dell’Accademia teologica di San Pietroburgo
http://icon.spbda.ru/church-art/  [Traduci]
Sito con immagini di icone dei maestri

Laura Falleni – Livorno

Laura Falleni (1968) è nata a Livorno. Ha conseguito il diploma di Liceo Artistico e la qualifica professionale di Progettista Grafico. Ha intrapreso lo studio della Teologia alla Facoltà Teologica di Milano e sta terminando gli studi del 5°anno alla Facoltà Teologica di Firenze.
Ha iniziato lo studio pratico delle icone nel 2000 partecipando ai corsi teorico-pratici organizzati dal laboratorio iconografico di S. Damiano a Pistoia; attualmente frequenta corsi teorico-pratici di approfondimento con Giancarlo Pellegrini e con il maestro Aleksandr Stal’nov.
Ha collaborato con il maestro Pellegrini per 5 mesi nel suo laboratorio a Bologna.
Ha partecipato, insieme ad altri iconografi sotto la guida del maestro Pellegrini e del maestro Stal’nov , alla realizzazione di una iconostasi per il Monastero di Novodevichy a San Pietroburgo.
 
Laura Falleni
e-mail: arteicona@hotmail.it
galleria icone

Lyuba Yatskiv (Leopoli) – Ucraina / [ Люби Яцків (Львів) – Україна ]

Lyuba Yatskiv [Люби Яцків] (1977) è nata e vive a Leopoli, in Ucraina. Dal 2002 è Docente presso l’Accademia Nazionale delle Arti di Leopoli, Dipartimento di Arte Sacra.
Link relativi al Curriculum Vitae ed alle opere di  Lyuba:

Lyuba Yatskiv
e-mail: ljubajatskiv@ukr.net

«Per una lettura cristiana dell’immagine» di Maria Gallo

 

Gallo_Per-una-lettura-cristiana-dell'immagine-(web)
Titolo: «Per una lettura cristiana dell’immagine»
Autore: Maria Gallo
Editore: Guaraldi
Data di pubblicazione: gennaio 2013
ISBN 9788-860250-22-3
Pagine: 42, 12 illustrazioni
Il libro è disponibile anche in edizione PDF scaricabile a 10 € (clicca qui)

Suor Maria Gallo, compianta autrice di questo saggio, è stata monaca della Famiglia della Annunziata di Bologna fin dalla fondazione (1956). Laureata in filosofia, studiosa ed esegeta della Bibbia, traduttrice di testi teologici, liturgici, esegetici ed ascetici dal greco, ebraico e siriaco, studiosa della tradizione bizantina, ha sintetizzato, in questo breve ma interessante scritto del 1992, una serie di illuminate e sempre valide considerazioni sulle immagini sacre cristiane.

Archiviato sotto Libri

Luisa Colombini – Milano

Inserimento nella pagina ICONOGRAFI

Luisa Colombini è nata e vive a Milano. Fin da giovane si avvicina al mondo dell’arte con interesse alla pittura. Dal 2012 al 2014 ha frequentato dei corsi di iconografia. Dal 2014 ad oggi segue un Maestro Iconografo, con cui tra l’altro ha realizzato la prima icona di Sant’Espedito.
Leggi la biografia completa qui.Luisa Colombini
Milano

 

Giovanni Raineri – Catania

Giovanni Raineri (1944) è nato e vive a Catania.
Dopo aver esercitato la professione di medico chirurgo specialista ambulatoriale patologo clinico, attualmente è in pensione, ma continua a svolgere l’attività medica come volontario al servizio dei bisognosi presso le Figlie della Carità in Catania.
Ha conseguito il baccalaureato in Teologia ed il Master in Bioetica. Insegna Metodologia del Nuovo Testamento presso l’ISSR San Luca di Catania.
Amante da sempre della pittura con la tecnica ad olio e china, si è avvicinato alle icone da qualche anno frequentando i corsi presso il Monastero dei Benedettini di Nicolosi sotto la guida di Tommaso Contarino, nutrendo una passione sempre più forte.
Giovanni Raineri
cell 3458823265
raineri.gio@alice.it

Regina Testoni – Calcinatello (BS)

Regina Testoni vive a Calcinatello, frazione di Calcinato (BS). Ha iniziato a realizzare icone dopo aver frequentato alcuni corsi di iconografia tenuti da Cinzia Granata a Firenze. Ha una formazione di Maestro d’arte applicata, Maturità artistica, Diploma di scultura presso Accademia di Belle arti di Brera (Milano). Ha lavorato come artigiana orafa.
mail testoniregina@gmail.com
cell. 3391375419

Roma: Oratorio dell’Arciconfraternita del SS. Sacramento al Laterano

Sul sito del Laboratorio Artistico dei Santi Anania, Azaria e Misaele (www.claudiarapetti.it) sono state pubblicate le immagini presenti presso l’Oratorio dell’Arciconfraternita del SS. Sacramento al Laterano.

Tra queste, la tavola raffigurante la Madonna delle gioie (XII secolo) e gli affreschi del V e VI secolo tra i quali quella che si ritiene essere la più antica immagine di sant’Agostino.

L’icona del Santuario San Pietro Martire di Seveso «Concilio ecumenico dei nuovi Martiri»

«Concilio ecumenico dei nuovi Martiri», icona dipinta per mano di Aleksandr Stal’nov
in collaborazione con la Comunità Monastica Ss. Trinità di Dumenza
e l’Associazione di Iconografia Cristiana San Giuseppe di Busto Arsizio.
Santuario San Pietro Martire di Seveso (2017 cm 89 x 170).

Descrizione

Le chiese nella loro dimensione storico-geografica sono rappresentate dalle 7 chiese dell’Apocalisse nelle quali si rivela la testimonianza del martirio. Sette sono le cupole  (le cui architetture nell’icona richiamano le chiese d’Oriente e quelle d’Occidente), il cui  numero implica già un’idea di pienezza e perfezione ma ancora in attesa di un compimento escatologico, rappresentato dalla ottava chiesa che fa da sfondo e che accoglie  le  7  differenti chiese. Questo grande Tempio  rappresenta  il compimento realizzato  dell’unità della chiesa di Cristo.

Continue reading ‘L’icona del Santuario San Pietro Martire di Seveso «Concilio ecumenico dei nuovi Martiri»’ »

Archiviato sotto Icone